FIRENZE, 10 giugno – Se tecnici, dirigenti e tifosi della Società Canottieri “Firenze”, prima dei Campionati Italiani Senior, Pesi Leggeri & Junior avessero dovuto firmare su quello che sarebbe stato l’esito migliore per la rassegna tricolore svoltasi a Varese il 7 e l’8 giugno, probabilmente avrebbero consumato a turno l’inchiostro della biro su come poi effettivamente sono andate le cose.

 

Perché sul bacino della Schiranna lo scorso weekend, i biancorossi del direttore tecnico Luigi De Lucia hanno rispettato tutti i pronostici fatti su di loro. A cominciare dagli Junior, categoria nella quale la “Firenze” si conferma ai massimi livelli portando a casa due titoli italiani.

 

Il primo è quello del quattro con, un tricolore quasi annunciato visto che l’armo biancorosso era composto da Neri Muccini, Leonardo Pietra Caprina e Dario Favilli, freschi vicecampioni d’Europa sul quattro senza, con Alberto Dini e il timoniere Niccolò Mancusi, campione del Mondo di categoria 2013 alla guida del quattro con. Il quintetto biancorosso è protagonista di una gara tutta sostanza, dal primo all’ultimo metro, che porta al titolo italiano con oltre quattro secondi sulle Fiamme Gialle e ben dodici sulla Limite terza classificata.

 

Due ore esatte dopo, il bis tricolore, in una specialità che da anni sta regalando grandi soddisfazioni al circolo del Ponte Vecchio: l’otto. L’ammiraglia Junior biancorossa, composta dai cinque neo-campioni d’Italia sul quattro con insieme a Giacomo Braghiroli, Lapo Corenich, Niccolò Mori e Pietro Susini, sbaraglia una durissima concorrenza e va a prendersi il titolo davanti ad un’altra società maestra della specialità, il glorioso Stabia, e al Gavirate.

 

Due titoli italiani conquistati basterebbero a giustificare la gioia per la trasferta, ma fortunatamente non finisce qui, perché anche tra i Pesi Leggeri e successivamente nei Senior il club remiero fiorentino riesce a salire sul podio.

 

Prima è Stefano Oppo a cogliere un bellissimo bronzo nel singolo PL. Una finale tiratissima quella che ha visto protagonista il sardo due volte campione del Mondo 2013 e alla “Firenze” da tre anni: i primi quattro sono racchiusi in appena quattro secondi e mezzo, e mentre l’olimpionico Pietro Ruta soffia il titolo per mezzo secondo al milanese Josè Casiraghi, Oppo poco dietro riesce nell’impresa di mettersi il bronzo al collo grazie ad un maestoso sprint che costringe il torinese Federico Gherzi giù dal podio per meno di tre decimi.

 

Passando ai Senior è sempre Oppo protagonista con un’altra terza piazza, stavolta nel doppio con Jacopo Mancini dietro all’imprendibile equipaggio delle Fiamme Gialle dell’argento olimpico Romano Battisti  e al Cerea. L’ultima medaglia è tinta di rosa: Beatrice Arcangiolini e Lucrezia Fossi nel due senza femminile sono terze dietro le torinesi del Sisport FIAT e le genovesi del Murcarolo.

 

Questi due titoli e tre bronzi per i biancorossi sono subito da archiviare, perché questo fine settimana si replica: a Sabaudia, sul lago di Paola, sabato 14 e domenica 15 giugno ci sono i Campionati Italiani Under 23, Ragazzi & Para-rowing.

 

Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Società Canottieri “Firenze” – 


Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI