FIRENZE, 26 giugno – La Società Canottieri “Firenze” sforna giovani campioni di oggi che però saranno buoni anche domani. Questo perché i campioni di ieri sono in grande forma anche oggi. Questo è ciò che si evince dai Campionati Italiani Master di San Miniato, svoltisi lo scorso fine settimana sul bacino di Roffia e riservati agli atleti sopra i 27 anni, che hanno portato al circolo biancorosso un titolo italiani e un argento di società, oltre a ben tre titoli conquistati da ex atleti del club del Ponte Vecchio oggi tesserati per altre società.

 

Il titolo italiano principale lo conquistano nel quattro di coppia categoria F Giorgio Bani, Fabio Biagini, Alberto Menini e Saverio Iotti, quattro biancorossi che vogano insieme da 40 anni, mietendo successi oggi come allora, quando facevano incetta di titoli italiani nelle categorie Junior e Senior. A San Miniato il quartetto fiorentino deve sudare più del dovuto per avere ragione degli agguerritissimi triestini del Saturnia, ma grazie ad un prodigioso sprint finale alla fine hanno la meglio per appena sette decimi, con la Canottieri Roma che completa il podio.

 

L’argento arriva ancora in un quattro di coppia, stavolta categoria D: Leonardo Guarducci, Simone Santi e Giancarlo Tarchi, assieme a Leonardo Magnatta, fiorentino e biancorosso oggi tesserato per i lombardi del Monate, giungono secondi alle spalle del Monopoli 2005, battendo per la medaglia d’argento il Varese.

 

Lo stesso Magnatta è uno dei tre fiorentini tesserati altrove a fregiarsi del titolo italiano: lo vince con i compagni del Monate nel quadruplo categoria E. Nel doppio misto maschile/femminile lo imita Anna Bonciani, bicampionessa mondiale nel quattro senza (Junior nel 2003, Under 23 nel 2007) e oggi tesserata per la San Cristoforo, società milanese dove svolge l’attività di istruttrice dopo essersi trasferita a Milano per lavoro.

 

Terzo e ultimo titolo è a opera di Michele Michelotti, pontederese che in passato con i colori biancorossi ha ottenuto una manciata di titoli italiani e un argento iridato Junior, sul quattro con nel 2005, e che oggi è tesserato per la Cavallini di Calcinaia: vince nell’otto Master A con i ragazzi del Ravenna.

 

Lo scorso weekend per la Canottieri “Firenze” da segnalare anche un grande risultato in campo internazionale: Fabrizio Caselli, in azzurro alla gara Internazionale Para-rowing di Aiguebelette, in Francia, ha conquistato la medaglia di bronzo nel singolo AS (voga solo braccia) alle spalle degli imbattibili Tom Aggar (Gran Bretagna) e Alexey Chuvashev (Russia), il primo campione paralimpico nel 2008 a Pechino, il secondo bronzo paralimpico a Londra due anni fa.

 

Per l’atleta mugellano questo bronzo a livello internazionale – alle sue spalle i portacolori di Bielorussia, Germania e Olanda – rappresenta un trampolino di lancio verso l’elite del canottaggio Para-rowing, diventando di fatto un punto di riferimento della Nazionale che a fine agosto parteciperà ai Mondiali di categoria ad Amsterdam.

 

Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Società Canottieri “Firenze” – 

 

Nelle foto: il quattro di coppia Master F campione d'Italia (da sx. Bani, Biagini, Menini, Iotti); l'ex biancorossa Anna Bonciani campionessa d'Italia Master nel doppio misto; Fabrizio Caselli in maglia azzurra mostra il bronzo conquistato nel singolo AS ad Aiguebelette.


Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI