Firenze, 1

3 agosto – Nel Mondo come in Europa, il vessillo biancorosso sventola sempre sul gradino più alto del podio. Non fanno eccezione le ultime due manifestazioni internazionali che hanno visto protagonisti i ragazzi della Società Canottieri "Firenze", i Mondiali Junior svoltisi ad Amburgo lo scorso fine settimana e la Coupe de la Jeunesse, evento continentale sempre riservato agli Under 19 tenutosi a Libourne, in Francia.

Il risultato più importante arriva dalla Germania, dove Dario Favilli, prodiere del quattro con, ha conquistato l'oro iridato, bissando sulla medesima imbarcazione il successo ottenuto nel 2013 dai compagni di club Jacopo Mancini e Niccolò Mancusi, timoniere. L'armo azzurro, autore in finale di una partenza non proprio fulminante, è protagonista di una grande rimonta e di un serrate ancor più forte, che porta Dario e compagni sul gradino più alto del podio con amp

io margine su Gran Bretagna, Nuova Zelanda, Sudafrica, Germania e Ucraina. Per Dario, samminiatese di nascita ma da sempre residente a Firenze, è la seconda medaglia iridata: nel 2011 fu bronzo al timone proprio del quattro con.

Da Amburgo per il circolo del Ponte Vecchio arrivano anche tre medaglie di bronzo 

 

grazie a Neri Muccini, Leonardo Pietra Caprina e Niccolò Mancusi, rispettivamente capovoga, numero due e timoniere dell'otto. Una medaglia che brucia, perché l'otto azzurro, dopo l'argento della passata stagione, era stato costruito per vincere. Il meteo però ci ha messo lo zampino, e le corsie rimodulate come da regolamento internazionale per venire incontro alle intemperie del vento hanno nettamente sfavorito i tre fiorentini ed i compagni, costretti ad inseguire per tutta la gara. Alla fine è arrivato il terzo posto alle spalle di Germania e Olanda è davanti a Gran Bretagna, Francia e Spagna, un risultato prestigioso ma che comunque sta stretto a Neri e Leonardo, secondi lo scorso anno sempre sull'ammiraglia, e a Niccolò, timoniere del quattro con campione mondiale 2013.

A fare da apripista ai successi della "Firenze" ad Amburgo sono state nel weekend precedente le medaglie conquistate dai biancorossi a Libourne nella Coupe de la Jeunesse, la seconda manifestazione continentale per importanza a livello Junior per Nazionali dopo gli Europei. I fiorentini in azzurro in Francia, guidati sul posto proprio dal direttore tecnico della Canottieri Luigi De Lucia, coordinatore della Nazionale per l'intera trasferta, sono stati protagonisti della vittoria di due ori nel quattro con e di un argento nell'otto femminile. 

Il quattro con, formato dai biancorossi Lapo Corenich, Giacomo Braghiroli, Alberto Dini e il timoniere Federico D'Onza con il ferrarese Giovanni Balboni ha vinto sia la finale del sabato che quella della domenica, mentre l'otto femminile nella consueta regata di apertura del venerdì pomeriggio ha conquistato la medaglia d'argento dietro all'equipaggio padrone di casa e davanti a Gran Bretagna, Olanda, Austria e Ungheria. A bordo dell'otto femminile, timonato ancora da D'Onza, Chiara Arcangiolini, sorella di quella Beatrice colonna della Nazionale Senior femminile. 

 

 

 

Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Società Canottieri “Firenze” –

 

 

Nelle foto canottaggio.org: Dario Favilli (primo da dx con la medaglia in bocca) festeggia il titolo mondiale sul quattro con; Niccolò Mancusi, Neri Muccini e Leonardo Pietra Caprina (primi tre da sx) mostrano il bronzo conquistato sull'otto; Giacomo Braghiroli, Alberto Dini con sulle spalle il timoniere Federico D'Onza, Giovanni Balboni e Lapo Corenich dopo il successo in quattro con nella Coupe de la Jeunesse.


Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI