FIRENZE, 19 agosto - Due, tanti sono i biancorossi che dalla settimana prossima sul Bosbaan, bacino remiero di Amsterdam in Olanda, parteciperanno ai Mondiali Senior, Pesi Leggeri & Para-Rowing maschili e femminili. La Società Canottieri “Firenze” sarà rappresentante dalle sue due colonne portanti delle categorie in gara, Beatrice Arcangiolini e Fabrizio Caselli.

 

Beatrice, vent’anni appena e già azzurra lo scorso anno a Chung-ju, in Corea del Sud, gareggerà in quella specialità nella quale detta legge in Nazionale ormai da un biennio, il due senza Senior femminile, ma cambiando compagna: a capovoga al posto della comasca 

Gaia Marzari sale Gaia Palma, torinese ma tesserata per la stessa società della ex compagna di Beatrice, la Lario. Si interrompe così un sodalizio che ha visto Arcangiolini e Marzari gareggiare insieme in azzurro nel 2013 (terze ai Mondiali Under 23, decime ai Mondiali Assoluti, quinte agli Europei Assoluti) e quest’anno di nuovo nella rassegna iridata Under 23 (quinte) e in quella continentale Assoluta (none).

 

Fabrizio, mugellano classe 1968 e avviatosi al canottaggio solo nel 2011 a seguito dell’accordo di collaborazione tra il club remiero del Ponte Vecchio e il Gruppo Sportivo Unità Spinale di Firenze, presieduto da Massimiliano Banci con la collaborazione del prof. Piero Amati, affronta nel singolo Para-Rowing categoria AS (solo braccia), il suo terzo impegno iridato: fu quindicesimo nel 2011 a Bled e sesto lo scorso anno in Corea del Sud.

 

Questi i due portacolori della “Firenze” in gara sul Bosbaan, ma l’attenzione del circolo biancorosso per questi Mondiali Senior, PL & Para-Rowing non si ferma a loro due. Oltre che per Arcangiolini e Caselli, la Firenze del remo tiferà con passione anche per Francesco Fossi e Stefano Oppo.

 

Il primo, esploso come canottiere proprio sotto il direttore tecnico biancorosso Luigi De Lucia e con la “Firenze” vincitore di una caterva di titoli italiani e di medaglie ai Mondiali (su tutte l’oro Under 23 sul quattro con nel 2008), sarà a capovoga del doppio dove gareggia con il compagno delle Fiamme Gialle, Romano Battisti, vicecampione olimpico della specialità a Londra 2012. A parti invertite il duo di finanzieri l’anno scorso fu di bronzo ai Mondiali Senior di Chung-ju.

 

Il secondo, sardo di nascita ma tesserato per la Canottieri dal 2011 fino ad appena un mese fa, quando si è formalizzato il suo ingresso nel gruppo sportivo della Forestale, con i colori biancorossi oltre a numerosi tricolori ha vinto la bellezza di tre titoli mondiali – tra cui il primo Assoluto nella ultracentenaria storia della “Firenze”, l’anno scorso sull’otto Pesi Leggeri – e due europei, e ad Amsterdam sarà sul quattro senza PL, barca olimpica, al terzo carrello. Tra i suoi compagni di barca, proprio di fronte a lui, quell’Elia Luini argento olimpico a Sydney 2000 sul doppio PL.

 

Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Società Canottieri “Firenze”  – 

 

Nelle foto canottaggio.org: Beatrice Arcangiolini in azione sul due senza; Fabrizio Caselli sul podio della regata internazionale Para-Rowing di Aiguebelette (Francia); Francesco Fossi (primo da sx) sul podio dei Mondiali Senior 2013 con il compagno di barca Romano Battisti; Stefano Oppo riceve la medaglia d'oro, primo titolo iridato Assoluto nella storia della Canottieri "Firenze", ai Mondiali Senior 2013 a Chung-ju (Corea del Sud).

 


Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI