FIRENZE, 4 settembre - Torna in acqua il dragon boat di Firenze, dominatore sulla scena in questo 2014 in campo nazionale sia nelle gare della FIDB, la Federazione Italiana Dragon Boat, che in quelle affiliate alla FICK, la federazione nazionale della canoa.

 

Il drago biancorosso pluricampione d’Italia, forte anche quest’anno come ormai da tempo dell’unione tra la Canottieri “Firenze” e la “Comunali”, questo weekend cerca l’affermazione anche sul terreno internazionale, ovvero ai Campionati Mondiali FIDB per Club, che si terranno a Ravenna.

 

L’Italia torna dunque ad ospitare un Mondiale di dragon boat dopo Roma 2002, il drago fiorentino mira a farsi vedere e a confermarsi quanto meno al top tra le barche italiane. L’equipaggio biancorosso, gestito tecnicamente e organizzativamente da Niccolò Bagnoli, Luca Frascione, Lorenzo Manetti e Alessandro Pezzuoli, per arginare le difficoltà di una preparazione discontinua a causa dell’estate, punterà tutto sul dragon boat a 10 posti, maschile e misto (sei uomini e quattro donne), sulla distanza dei 500 metri.

La partecipazione ai Mondiali per Club di Ravenna, un evento monstre con la bellezza di oltre 5000 atleti in rappresentanza di società da 33 nazioni (Australia, Canada, Cina, Repubblica ceca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Hong Kong, Ungheria, Iran, Israele, Italia, Macao, Filippine, Puerto Rico, Singapore, Spagna, Svezia, Trinidad & Tobago, Ucraina, Emirati arabi, Stati Uniti, Austria, Cipro, Giappone, Principato di Monaco, Olanda, Norvegia, Romania, Russia, Sudafrica, Svizzera), sarà il trampolino di lancio per il dragon boat fiorentino per la gara clou del 2015, i Campionati Europei per Club della FICK in programma a luglio sempre in Italia, ad Auronzo di Cadore.

Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Società Canottieri “Firenze” – 

 


Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI