Il LIONS CLUB FIRENZE IMPRUNETA S. CASCIANO PER I CANOTTIERI

 

Venerdì scorso in un bel pomeriggio di sole si son ritrovati sull’Arno nella sede storica dei Canottieri  i soci del Club insieme a zia Caterina con il suo coloratissimo taxi e i bambini del Meyer per una gita sul Dragonboat seguita da una visita ai locali interni guidati da Eugenio Giani e cena. Durante la serata la Presidente Maria Paola Fabbrichesi  ha donato un defibrillatore all’Associazione Canottieri nella persona del Presidente Cristiano Calussi per intervenire– come prevede una normativa – in caso di malori gravi e pericolosi. La morte cardiaca improvvisa   colpisce ogni anno 60mila persone ‘di tutte le fasce di eta’ ‘ e circa ’1000 giovani sotto i 35 anni’, ma rappresenta ‘il 90-95% delle cause di morte improvvisa tra gli sportivi’. 

Come sempre i Lions sono in prima fila nel recepire le necessità della nostra vita e cercare di aiutare a risolvere i problemi che via via si presentano, oltre a far da cassa di risonanza facendoli conoscere.

Maria Pratesi

Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI