La stagione è finita, e la preparazione per la prossima annata è già entrata nel vivo per i ragazzi della Società Canottieri “Firenze”, alcuni dei quali tuttavia hanno avuto un’altra occasione per dimostrare il proprio valore. Lo scorso fine settimane infatti il lago di Pusiano, a due passi da Como, ha ospitato l’edizione 2014 del T.E.R.A., il Trofeo Europeo delle Regioni.

 

Cinque le selezioni impegnate, strettamente su invito, ovvero Lombardia, Piemonte, Toscana, Svizzera Romanda (la regione francofona della Svizzera) e Rodano-Alpi (la regione sudoccidentale della Francia), e nella selezione regionale toscana c’è stato naturalmente posto per i migliori elementi della squadra agonistica biancorossa, che si sono distinti con buoni risultati nonostante non fossero assolutamente in preparazione per una regata.

 

I canottieri del circolo del Ponte Vecchi in gara con il body della selezione del Pegaso e accompagnati a Pusiano dall’allenatrice Gioia Sacco, hanno contribuito a due dei cinque successi complessivi ottenuti tra sabato e domenica dalla Toscana.

 

Le due vittorie arrivano entrambe dalla barca che maggiori soddisfazioni ha dato alla “Firenze” in questi ultimi anni a livello nazionale, il quattro senza, che sabato conquista l’oro nella categoria Junior e domenica nei Senior. Prima sono Leonardo Pietra Caprina, Alberto Dini, Dario Favilli e Giacomo Braghiroli a vincere tra gli Junior battendo Lombardia e Svizzera Romanda, poi gli stessi Pietra Caprina, Dini e Favilli, assieme a Jacopo Mancini che si avvicenda con Braghiroli, vincono tra i Senior su Lombardia e Svizzera Romanda.

 

Per il circolo biancorosso a Pusiano arrivano anche un argento, grazie a Mancini, che chiude secondo nel doppio Senior insieme all’orbetellano Dino Pari alle spalle della Svizzera Romanda e davanti alla Lombardia, e due bronzi, tinti di rosa in quanto conquistati da Beatrice Arcangiolini e Lucrezia Fossi: sabato sono terze nel quattro senza Senior femminile dietro Rodano-Alpi e Lombardia, domenica invece colgono lo stesso risultato nella specialità dell’otto Senior femminile, ancora una volta dietro l’equipaggio francese e quello lombardo.

 

Dopo il T.E.R.A. i ragazzi di Luigi De Lucia tornano agli allenamenti, anche perché il primo appuntamento di rilievo è già alle porte: sabato 15 e domenica 16 novembre sui sei chilometri dell’Ausa Corno, nella cittadina friulana di San Giorgio di Nogaro, si assegnano i titoli italiani di fondo nelle specialità del singolo e del due senza per tutte le categorie.

 

Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Società Canottieri “Firenze” – 

 

Nella foto canottaggio.org: il quattro senza Senior vincitore al T.E.R.A.: da sx. Leonardo Pietra Caprina, Jacopo Mancini, Dario Favilli e Alberto Dini, con loro il presidente del Comitato Toscana Edoardo Nicoletti (al centro) e il consigliere regionale Mario Gioli (a dx.).


Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI